Iscriviti alla newsletter
Agenda Viaggi | Viaggi di gruppo in aereo
< Indietro
scarica e stampa pdf


dal 7 al 16 maggio 2017
GEORGIA - ARMENIA
Natura, cultura & misticismo

Quota individuale di partecipazione in camera doppia € 1.670

La quota comprende:
  • Tutti i trasferimenti da e per gli aeroporti.
  • Biglietti aerei incluse tasse aeroportuali.
  • Tutti i trasferimenti interni secondo il programma con minibus.
  • Presenza e servizi di una guida professionale parlante italiano durante tutto il soggiorno.
  • Soggiorno in strutture ricettive di qualità, con sistemazione in camere doppie.
  • Ingressi dove previsti e le tasse locali: Museo nazionale Tbilisi, Tempio di Garni, Museo Matenadaran, Zvartnots, Vardzia, Museo di Stalin, Uplistsikhe.
  • Trattamento di pensione completa con acqua ai pasti.
  • Coro al Monastero di Geghard.
  • Mezzi fuoristrada per l’escursione a Kazbegi.
  • Una bottiglia d’acqua naturale al giorno per persona.
  • Assicurazione medico-bagaglio.
  • Assicurazione annullamento.

Non comprende:
  • Bevande alcoliche e i pasti non indicati.
  • Spese strettamente personali, eventuali mance e quant'altro esplicitamente non previsto nel precedente paragrafo "La quota comprende".
Supplementi:
  • Supplemento singola € 365
Documento:
  • Documenti necessari per l'ingresso in Armenia & Georgia:
  • Per i turisti provenienti da un Paese facente parte dell'Unione Europea è sufficiente mostrare il proprio passaporto in corso di validità. Non è richiesto alcun visto d'entrata e/o di soggiorno.


Un viaggio alla scoperta dei due paesi affascinanti nelle montagne imponenti del Caucaso, dove tra due mari si incontrano Europa e Asia. Monasteri, chiese e castelli, sullo sfondo dei paesaggi di una bellezza incredibile di montagne ricoperte di neve e verdi vallate, sono testimonianze di una storia straordinariamente ricca. Qui le civiltà si sono succedute nel tempo formando una cultura unica nel suo genere, la cucina e le tradizioni popolari di cui rimarrete affascinati, mentre la famosa ospitalità caucasica rende il viaggio un’esperienza davvero indimenticabile.

P R O G R A M M A

1°giorno
Terni - Roma Fiumicino - Tbilisi
Partenza da Terni in tempo utile per l’imbarco sul volo delle ore 13:40 per Tbilisi via Istanbul. Arrivo all’aeroporto Internazionale di Tbilisi alle ore 22:45; disbrigo delle formalità doganali, accoglienza e trasferimento in albergo. Sistemazione in hotel, pernottamento.

2°giorno
Tbilisi
Dopo la prima colazione visita alla fascinosa capitale della Georgia. Tbilisi oggi è un importante centro industriale, commerciale e socio/culturale. Situata strategicamente al crocevia tra Europa e Asia, lungo la storica “Via della Seta”. Visita del centro storico e della città vecchia, è un insieme di vicoli tortuosi, di cortili nascosti, abbelliti dai tipici balconi in legno. Tbilisi offre una grande varietà di monumenti, la maggior parte dei quali sono antichi: la Fortezza di Narikala (IV sec) – una delle fortificazioni più vecchie della città, le famose Terme Sulfuree con le cupole in mattoni, la Sinagoga della città, la Cattedrale di Sioni (VII sec) dove si conserva la croce di Santa Nino – una donna giovane che converti la Georgia al cristianesimo e la Chiesa di Anchiskhati (VI sec). Pranzo in ristorante. Visita al Tesoro Archeologico del Museo Nazionale della Georgia. Cena in ristorante tipico georgiano con lo spettacolo folkloristico e pernottamento.

3°giorno
Tbilisi - Sadakhlo - Akhtala - Haghpat - Dilijan
Dopo la prima colazione partenza per il confine georgiano-armeno di Sadakhlo. Cambio di bus e guida, formalità doganali, fine dei servizi georgiani. Partenza perla chiesa fortificata di Akhtala, costruita su uno sperone roccioso circondato da elevati e profondi canyon che da tre lati ne formano la protezione naturale. La chiesa è famosa per essere una delle poche chiese in Armenia con le pareti interne ricoperte da affreschi, eseguiti tra il 1205 e il 1216, annoverati tra i migliori esempi di arte bizantina al di fuori dell'Impero di Bisanzio. Pranzo in ristorante. Il viaggio continua lungo la valle del Debed con i suoi gioielli di architettura medievale cristiana. Si visiteranno i monasteri protetti dall'UNESCO di Haghpat e Sanahin (costruiti nel X secolo), che si contenderono per secoli il ruolo di centro spirituale più importante dell’Armenia Medievale. Le loro università erano molto famose in tutto il Mondo Armeno e le loro scuole di copisti e miniaturisti erano tra le più rinomate dell’Armenia. Il famoso poeta, compositore e cantastorie armeno Sayat-Nova trascorse a Haghpat 20 anni della sua vita. Proseguimento per Dilijan, una cittadina situata al centro dell’omonimo Parco Nazionale, in un’area ricca di boschi e corsi d´acqua, soprannominata “la Svizzera d’Armenia” per gli splendidi paesaggi naturali che la circondano. Cena e pernottamento a Dilijan.

4°giorno
Dilijan - Sevan - Noratus - Selim - Noravank - KhorVirap - Yerevan
Prima colazione in hotel e partenza verso il Lago di Sevan, lo “smeraldo d’Armenia”, un lago alpino d’acqua dolce tra i più elevati al mondo, situato a 1900 m.s.l.m. che occupa un trentesimo della superficie totale dell’odierna Armenia.Visita del Monastero di Sevanavank, situato sulla sommità dell’omonima penisola in posizione dominante sul lago e sulle montagne circostanti. Proseguimento verso il villaggio di Noratus, dove si visiterà il cimitero monumentale, famoso perché al suo interno si trova la più grande raccolta di Khatchkar, le croci di pietra scolpite tipiche dell’arte medievale armena. Il passaggio dal Nord al Sud dell’Armenia è segnato dal passo di Selim dove si visita l'antico caravanserraglio degli Orbelian, una struttora costruita in blocchi di basalto che fu una importante stazione per le carovane che percorrevano la Via della Seta. Pranzo e visita al Monastero di Noravank, opera dell’architetto Momik, un monastero circondato da aspre montagne rocciose di colore grigio e rosso, con al suo interno la chiesa a due piani, unica in tutta l’Armenia, di Surp Astvatsatsin, riccamente decorata da bassorilievi. Proseguimento al monastero di KhorVirap, dominato dal profilo innevato del grandioso Monte Ararat, in posizione suggestiva nei pressi del confine con la Turchia. Il complesso monastico fortificato ospita al suo interno il pozzo-prigione (KhorVirap significa “pozzo profondo”) in cui nel III secolo venne rinchiuso, per 13 anni, San Gregorio l’Illuminatore.Arrivo a Yerevan, cena e pernottamento.

5°giorno
Yerevan - Echmiadzin - Amberd - Saghmosavank - Yerevan
Prima colazione in hotel e partenza per la città santa di Echmiadzin, soprannominata “Vaticano Armeno” perché sede del Catholicos, il capo supremo della Chiesa armena. Visita alla Cattedrale più antica della cristianità, voluta da San Gregorio illuminatore in persona e oggi Patrimonio UNESCO. Visita alla chiesa di St. Hripsime, la santa martire più venerata nella religione Apostolica Armena, costruita sulla tomba della Santa. Pranzo e proseguimento verso Amberd, “la Fortezza tra le nuvole”, una fortezza del 7° secolo, situata a 2300 m di altitudine alle pendici del Monte Aragats (il più alto d’Armenia), che fu più volte attaccata durante i secoli ma che solo l'esercito di Tamerlano riuscì ad espugnare. Sosta al Parco delle Lettere, un monumento all’alfabeto armeno creato da San MesropMashtots e sosta al Monastero di Saghmosavank, il Monastero dei Salmi, situato sul ciglio della gola del fiume Kasagh. Rientro a Yerevan, cena con spettacolo folkloristico e pernottamento a Yerevan.

6°giorno
Yerevan city tour - Garni - Geghard - Yerevan
Dopo la prima colazione, inizio del tour della città di Yerevan con Piazza della Repubblica, circondata dagli edifici più belli della città, dove lo stile staliniano incontra l’architettura armena, e dove ogni sera in estate ha luogo lo spettacolo delle fontane danzanti. Il tour prosegue con la visita del Teatro dell'Opera Armena e con l’enorme complesso di Cascade, una gigantesca scalinata tuttora in costruzione, iniziata nel 1970 su un progetto in stile art nouveau dell'inizio '900 di Alexander Tamanyan, l'architetto che pianificò l'urbanizzazione della città di Yerevan. Visita del Parco della Vittoria, dal quale si può ammirare la miglior vista della città e che ospita l’enorme statua di MayrHayastan (Madre Armenia). Visita del museo-biblioteca di Matenadaran, dove sono custoditi migliaia di manoscritti e codici miniati. partenza per la regione Kotayk per visitare il tempio di Garni, un tempio ellenistico pagano del 1° secolo d.C. e l'unico a sopravvivere dopo la cristianizzazione dell'Armenia nel IV secolo d.C. Pranzo in un ristorante a Garni con possibilità di assistere alla preparazione del Lavash, il tradizionale pane armeno (nominato patrimonio immateriale dell’umanità dall’UNESCO), e proseguimento del viaggio verso il monastero rupestre di Geghard (patrimonio mondiale dell'UNESCO), situato in una stretta gola e parzialmente scavato nella roccia. Il nome del Monastero, Geghard, in lingua armena significa “lancia”, poiché qui venne custodita per secoli la lancia che trafisse il costato di Cristo sulla croce. Qui si assisterà all’esibizione di un coro a cappella che intonerà, in una delle sale del Monastero famosa per la sua acustica, canti tradizionali e religiosi armeni. Rientro a Yerevan, visita di Tsitsernakaberd, il memoriale al genocidio armeno e proseguimento verso la Casa delle Sorelle di Madre Teresa dove verrà celebrata una messa in comunione con le suore che a Yerevan gestiscono un orfanotrofio per bambini disabili. Cena e pernottamento.

7°giorno
Yerevan - Bavra - Vardzia - Akhaltsikhe
Dopo la prima colazione, trasferimento al confine armeno-georgiano di Bavra con arrivo entro le 11.00 del mattino. Incontro al confine, cambio guida e trasporto. In seguito partenza per la visita alla città rupestre di Vardzia (XII sec), una delle curiosità della Georgia. Fondata nel XII secolo come la città, sia religiosa sia laica, essa rappresentata l’immagine più bella della Georgia dell’Età d’Oro offrendovi la chiesa in pietra con gli affreschi ben conservati, le cantine di vino, i refettori e centinaia di dimore. Pranzo con i piatti tipici della zona in agriturismo vicino a Vardzia. Lungo la strada sosta alla fortezza di Khertvisi (X sec.). Proseguimento per Akhaltsikhe. Sistemazione in hotel. Cena e pernottamento in albergo ad Akhaltsikhe.

8°giorno
Akhaltsikhe - Gori - Uplistsikhe - Ananuri - Gudauri
Pensione completa. Partenza per Gori, cuore della regione di Kartli e la città natale di Stalin. Visita del Museo di Stalin siccome Gori è il luogo della sua nascita. Si prosegue per la Grande Via della Seta e si visita uno dei suoi posti più importanti - la città scavata nella roccia di Uplistsikhe (I millennio a.C). Essa è un complesso antico con le dimore, i mercati, le cantine per il vino, i forni, il teatro e la basilica sulla roccia. Dopo la visita di Uplistsikhe, pranzo in ristorante. In seguito partenza per i paesaggi bellissimi dei monti di Grande Caucaso lungo la Grande Strada Militare Georgiana. Per la strada si visita il Complesso di Ananuri (XVII sec.), antica dimora dei duchi di Aragvi, una dinastia feudale che governava la zona nel XIII sec. Il paesaggio è molto pittoresco e sale sù verso i monti del Caucaso. Pernottamento nella località sciistica di Gudauri (2200 m). Cena e pernottamento in hotel a Gudauri.

9°giorno
Gudauri - Kazbegi - Tbilisi
Pensione completa. Partenza per Kazbegi. Arrivo a Stepantsminda, da qui si parte in 4x4 per le valli magnifiche e boschi stupendi che ci conduce alla chiesa della Trinità di Gergeti, situata all’altezza di 2170 m. La sua posizione isolata, sulla cima di una ripida montagna, circondata dalla vastità del paesaggio naturale ha reso la chiesa, un autentico simbolo della Georgia. Se il tempo lo permette, si può dare un’occhiata ad uno dei ghiacciai più alti del Caucaso, il monte Kazbegi (5047 m). Al termine delle visite rientro a Tbilisi, cena d'arrivederci in ristorante tipico. Pernottamento in hotel a Tbilisi.

10°giorno
Tbilisi - Istanbul - Roma - Terni
Dopo la prima colazione, trasferimento all’aeroporto per l’imbarco sul volo delle ore 10,55 per Istanbul. Arrivo alle ore 12,20 e prosegumento per Roma alle ore 17,15. Arrivo a Roma Fiumicino alle ore 18,50 e proseguimento per Terni.